Daniel Glattauer sorprende ancora: con “Terapia di coppia” in libreria

Terapia d’amore – Daniel Glattauer
(Feltrinelli)

9788807032653_quartaÈ arrivato in libreria con un nuovo libro proprio lui: Daniel Glattauer, che ha tenuto con il fiato sospeso milioni di lettori grazie a Le ho mai raccontato del vento del nord e la Settima onda, e che poi ha continuato a stupire con Per sempre tuo e In città zero gradi. 

E, come sempre, sorprende e fa sorridere a un tempo, fa trattenere a stento le lacrime e tiene incollati fino all’ultima pagina chiunque apre la prima anche solo per sbaglio. Si dirà che le sue storie sono brevi, dirette, contemporanee, quasi fin troppo normale per finire dentro un libro, ma forse è proprio per questo che prendono a tal punto e che vale la pena dedicare loro qualche ora del proprio tempo.

Nello specifico, Terapia d’amore è costruito sotto forma di spettacolo teatro, come fosse un vero e proprio copione. Ci sono pochi interventi autoriali, la scenografia è scarna e priva di fronzoli, e tutto si concentra quindi sul contenuto dei dialoghi fra i tre personaggi presenti sulla scena: Joanna, Valentin e un terapeuta che si occupa di risolvere problemi di coppia.

daniel-glattauerI due che sono appena arrivati nel suo studio, infatti, hanno già una famiglia e un lungo passato alle spalle, ma hanno perso tutto il bello che caratterizzava il loro rapporto: l’intimità, l’intesa, la fiducia, l’allegria, la voglia di capirsi e di assecondarsi a vicenda. Rimane solo parecchio astio, l’energia per battibeccare e per mettere in cattiva luce l’altro, oltre a quella di rinvangare vecchi errori commessi durante scappatelle occasionali.

Il terapista non demorde e prova a sottoporre alla coppia degli esercizi intensi e tutti diversi fra loro, durante i quali la speranza è che Joanna e Valentin dimentichino i motivi per cui non vanno più d’accordo e si concentrino su delle maniere per riavvicinarsi, per mettersi nei panni del coniuge, per rievocare momenti costruttivi della loro storia e per esaltare delle qualità del partner.

Lo scetticismo iniziale dei due, tuttavia, non riesce ad essere scalfito definitivamente. Non mancano frecciatine, interruzioni, picchi di acidità e fallimenti piuttosto demotivanti, nonché veri e propri litigi che scoppiano a più riprese all’improvviso, nonostante l’intervento del terapista e i suoi sforzi per frapporsi alle urla della coppia.

scaled-500x316-wz_glattauer_danielFin qui, si tratta naturalmente di una vicenda come tante. Scritta bene, molto realistica, a tratti divertente e a tratti amara, perché similissima alle derive che prendono spesso i rapporti umani: immedesimarsi è facilissimo, quasi obbligatorio. Soltanto che la grande sorpresa arriva dopo, quando è il terapista a trovarsi da un momento all’altro affranto e in difficoltà.

I protagonisti se ne accorgono e insistono fino allo sfinimento per capire cosa stia capitando all’uomo che fino ad allora si era fatto in quattro per aiutarli. Così, Harald confessa: la moglie lo ha appena lasciato con un messaggio, anche se lui non riesce a spiegarsi una decisione tanto repentina e seria, dato che la loro relazione era sempre stata basata sulla pacatezza e sul rispetto.

daniel-glattauer1Joanna e Valentin gli fanno allora notare che probabilmente quella situazione si è trasformata in piattume e mancanza di stimoli e i ruoli di attimo in attimo si ribaltano: sono loro ad aiutare il terapista e a ritrovare un’intesa nella speranza di risollevare l’uomo, che dal canto proprio è sempre più affranto. La situazione si evolve allora in un modo imprevedibile e originale, che fa finalmente comprendere ai personaggi il valore di certi sentimenti e ai lettori la bellezza di quella che l’autore stesso ha definito “una commedia”, capace di stupire e commuovere finché non se ne coglie il senso ultimo e l’epilogo a sua volta in bilico fra il dolce e l’amaro.

Una piccola novità editoriale da non perdere, che conferma il talento e il taglio particolarissimo di uno scrittore che ormai, nel suo genere, è sempre una certezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...