Presentato il programma del Salone del Libro. Ecco cosa c’è da sapere

Super ospiti da tutto il mondo, per un’edizione che rappresenterà la svolta del Salone del Libro di Torino. La XXX edizione, che avrà luogo dal 18 al 22 maggio, è stata anticipata da un anno di polemiche e di scontri per la volontà di trasferire la manifestazione a Milano. Com’è noto, il Salone è rimasto a Torino e l’edizione milanese, che nelle intenzioni avrebbe dovuto soppiantare il Salone, è stata ben al di sotto delle aspettative, deludendo editori e visitatori. Per Torino può essere il riscatto e le premesse ci sono tutte.
Il programma e i nomi degli ospiti fanno venire l’acquolina in bocca al lettore più vorace. Continua a leggere

A chi il Nobel? Tutto quel che c’è da sapere per non arrivare impreparati

Procediamo con ordine…

1. IL NOBEL ALLA LETTERATURA A UN ITALIANO, È POSSIBILE?
E se fosse la volta buona perché il Nobel alla letteratura tornasse in Italia? Il nostro paese l’ha vinto per sei volte, in media il tempo passato tra un Nobel e l’altro è di circa 17 anni: 25 anni l’attesa maggiore (tra Pirandello e Quasimodo), 8 la minore (tra Deledda e Pirandello). Diciasette anni in media, dicevamo. Beh, da Fo ad oggi sono passati 19 anni, diciamo che per una certa logica statistica, potrebbe capitare da un momento all’altro (o meglio, da un anno all’altro).

Magris il favorito numero uno, Elena Ferrante la possibile sorpresa, Dacia Maraini dietro di loro a concludere il terzetto dei papabili nostrani. Continua a leggere