L’ultimo romanzo di Andrea Piva, ovvero l’Odissea di un aspirante ricco

L’animale notturno, di Andrea Piva 

Se c’è qualcosa che ho imparato sui libri nella mia quindicennale carriera di lettrice, è che non necessariamente una storia ha bisogno di essere originale per funzionare: ci sono delle strutture, degli archetipi e dei personaggi che funzionano sempre, se trattati da mano sapiente, e uno di questi topos è quello del giovane di belle speranze che affronta la grande città col proposito di fare fortuna.

L’ultimo romanzo di Andrea Piva, L’animale notturno, edito da Giunti, si colloca in questa categoria e al contempo sin dall’incipit è chiaro che si tratti di un’opera dissacrante e non convenzionale.

Continua a leggere