Storie invernali di lupi e vite sfiorate in una Berlino contemporanea

In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo, Roland Schimmelpfennig
(Fazi, 2019 – trad. Stefano Jorio)

in-un-chiaro-gelido-mattino-di-gennaio-allinizio-del-ventunesimo-secolo-672x1024In uscita oggi per Fazi, In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo si rivela all’altezza del suo titolo affascinante. Il romanzo segue le vicende di una pletora di personaggi diversi, fra i quali sono resi riconoscibili fin dall’inizio gli attori principali. Fra loro si aggira un lupo. Un lupo sfuggente, solitario, che appare e scompare qua e là senza mai lasciarsi guardare troppo a lungo, né tantomeno catturare; sebbene non manchino propositi umani di riuscire in questa impresa. Continua a leggere

Il disagio esistenziale che mi trasmettono le edizioni dei nuovi Oscar Mondadori

Sfogo senza capo né coda di un bibliofilo
nei riguardi di edizioni brutte dai prezzi esageratamente aumentati

Da qualche mese a questa parte, ogni volta che entro in libreria, c’è sempre una cosa che attira la mia attenzione, mi risucchia, mi turba, mi trasmette angoscia, apatia, tristezza,  mi fa precipitare in un coma di disagio esistenziale: le nuove, assurde, inconcepibili edizioni degli Oscar Mondadori!
Continua a leggere