San Valentino tra i libri – Ircocervo Edition

Sono sempre di più le coppie che, invece dei canonici cioccolatini e fiori, scelgono di scambiarsi regali (apparentemente) meno romantici per San Valentino. La redazione de Il rifugio dell’Ircocervo ha deciso di fare la sua parte, consigliando agli innamorati bibliofili dieci titoli.
Si tratta, come sempre, di titoli ircocerveschi in cui l’amore è declinato nelle forme più peculiari.

Continua a leggere

Libri sotto l’ombrellone – Ircocervo edition

Ogni anno, decine di lettori si aggirano fra gli scaffali delle librerie, leggono recensioni su recensioni, riempiono e svuotano il carrello su Amazon o IBS. In decine di case, prima delle ferie, risuona la fatidica domanda: “Cosa leggo durante le vacanze?”
C’è chi acquista il thriller del momento, chi intende smaltire la propria TBR, chi raccoglie il proprio coraggio e sceglie I fratelli Karamazov.
Chi invece non riesce a decidere, stia tranquillo: qui può trovare cinque titoli (testati e garantiti) da portare in vacanza.

Continua a leggere

Novità: riapre la sezione di recensioni per autori emergenti!

Il Rifugio dell’Ircocervo ha sempre avuto un occhio di riguardo verso i giovani autori, le opere prime e le piccole realtà editoriali. Siamo consapevoli di quanto sia importante per uno scrittore emergente pubblicare il suo libro, farlo uscire dalla esclusiva cerchia di amici e parenti e far sì che possa essere conosciuto a quanta più gente possibile.
Ecco che dopo un periodo di pausa, torniamo a dedicare una sezione di recensioni agli autori esordienti ed emergenti, in cui recensiamo i loro lavori per offrire consigli e visibilità.

Se avete pubblicato un romanzo o una raccolta di racconti e volete sottoporla al nostro sito, questa è l’occasione giusta. Continua a leggere

“Riccardin dal ciuffo”, la straordinaria rivisitazione firmata Amélie Nothomb

Riccardin dal ciuffo – Amélie Nothomb
(Voland)

9788862430722_0_0_1434_80Riccardin dal ciuffo, pubblicato in Italia da Voland nel 2017, è l’ultima pubblicazione di Amélie Nothomb ed è anche una delle poche ad essere meno in linea di altre, per struttura e contenuti, con la poetica cui la scrittrice ha ormai abituato i suoi lettori più affezionati.

A differenza di numerose sue opere, infatti, la possibile conclusione e il contenuto stesso del romanzo sono suggeriti in maniera abbastanza allusiva dal titolo, che rimanda apertamente all’omonima fiaba di Perrault.

Continua a leggere