Letture per viaggiare in tempi di peste

Quando arriva l’estate, mi piace dedicarmi a due letture in particolare: i classici e i libri di viaggio. Quest’anno poi viaggiare è meno semplice del solito, molti hanno dovuto rinunciare alle vacanze, e allora dei buoni libri, insieme a una certa capacità di immedesimazione, possono aiutare a visitare comunque posti lontani, a calarsi in atmosfere esotiche. Questo articolo ha dunque la semplice, banale intenzione di dare qualche consiglio di lettura, tra quei libri che in questa e nelle precedenti estati ho letto (e apprezzato) per viaggiare. C’è un po’ di tutto: libri di viaggio (veri e falsi), ma anche romanzi d’avventura, reportage, saggi. Continua a leggere

La stagione della migrazione a nord: capolavoro da scoprire

Definito un classico della letteratura africana e araba moderna; il più grande romanzo arabo del XX secolo; uno dei 100 libri migliori di tutti i tempi. Come premessa può bastare?
Il libro in questione è La stagione della migrazione a Nord, dell’autore sudanese Tayeb Salih (1928-2009), che Sellerio ha avuto il merito di portare per la prima volta in Italia nel 1992 e riproporre in una nuova edizione qualche anno fa con una fedele traduzione.

stagionePer comprendere cosa questo romanzo sia, cominciate col prendere uno stato africano grande sei volte l’Italia, attraversato interamente dal Nilo e all’interno del quale si mescolano la cultura africana e quella araba. Inizia ad arrivare un po’ l’idea dell’atmosfera? Stiamo parlando del Sudan.
Prendete adesso uno scrittore che ho scoperto grandioso, Tayeb Salih, che in un piccolo villaggio sulle rive del Nilo ambienta questa storia. A tale storia aggiungeteci un po’ di Borges e un po’ di Kafka, quanto basta, declinati con originalità, senso di appartenenza e sagacia narrativa in salsa arabo-africana.
E per concludere mescolate a tutto questo: mistero, conturbamento, fascino, uno stile ora spietato ora elegantissimo, sovrapposizioni temporali, un doppio narratore che, attraverso un meccanismo narrativo di scatole cinesi, instaura un gioco di specchi sull’identità, l’inganno e la menzogna. Continua a leggere