Il gioco del mondo – Il Salone del Libro 2019 secondo il Rifugio dell’Ircocervo

Si è conclusa ieri sera l’edizione 2019 del Salone Internazionale del Libro di Torino, e come ogni anno noi del Rifugio dell’Ircocervo ci siamo tuffati in questo mondo mistico in cui i libri chiamano i lettori da ogni angolo come sirene tentatrici, gli scrittori si aggirano in incognito nella folla e indossare scarpe comode è più importante che durante un’escursione in montagna.

Da quest’anno la nostra redazione si è allargata e di conseguenza non abbiamo un’unica esperienza di Salone del Libro, ma ben sette: saremo riusciti a catturare tutte le sfumature di quest’evento unico? Tutti i membri della redazione che erano presenti ci hanno provato, ecco le loro impressioni (e i loro bottini libreschi!).

Continua a leggere

Com’è stato il Salone del Libro di Torino 2018 – Il nostro reportage

Un giorno, tutto questo. Lo slogan del Salone Internazionale del Libro di Torino, quest’anno, suona un po’ come una promessa sospesa: ognuno può completare la frase come preferisce e caricarla di un diverso significato, lasciandosi ispirare dalla bellissima illustrazione di Manuel Fior.

Per me, questo slogan descrive perfettamente l’improvvisa esplosione di confusione e vitalità che ormai da sei anni il Salone porta nella mia vita, puntuale ad ogni maggio. Un giorno, quasi cogliendomi alla sprovvista, tutto questo mi si materializza davanti: gli stand conosciuti, quelli da scoprire, le scolaresche accampate a pranzare davanti ai padiglioni, i miei autori preferiti che passeggiano mischiati tra la gente comune, la mappa che non ho mai imparato a leggere per bene. Continua a leggere