Come non scrivere, ovvero Semplice è bello

Come non scrivere, Claudio Giunta
(UTET, 2018)

Premessa: in questo momento provo una forte ansia da prestazione, e spero di non fare strafalcioni che mi farebbero finire tra gli esempi di Come non scrivere – parte seconda.

cover

Nel momento in cui comincio a scrivere, dalla tv arrivano queste parole: “Dal suo volto non mi pare… i suoi occhi mi dicono… che questo abito non la…”. Alzo lo sguardo, vedo un uomo che alza le mani e le agita, in evidente imbarazzo. Mi illumino: è l’occasione giusta per mettere in pratica i consigli di Giunta. Continua a leggere

Riscopriamo gli “Scarti” della letteratura con Giuseppe Marcenaro

Scarti – Giuseppe Marcenaro
(Il Saggiatore)

9788842823087_0_0_1423_75Recita il sottotitolo dell’opera: “Appunti, lettere, scartafacci. Viaggio nel regno dimenticato della letteratura“. E così, osservando la copertina e lasciandosi ispirare da questi primi indizi sul contenuto, ci si avventura alla scoperta di un retroscena letterario fra i più impensabili, fra i meno esplorati, e che Giuseppe Marcenaro mette a disposizione dei lettori con testimonianze scritte e fotografie.

Continua a leggere

“Solo se c’è la Luna”, candidato allo Strega 2017, prende vita nell’intervista a Silvana Grasso

Silvana Grasso, originaria della provincia di Catania, è semifinalista al Premio Strega 2017 con il romanzo Solo se c’è la Luna, edito da Marsilio.
Filologa classica per formazione, ha già pubblicato diverse opere e vinto numerosi premi letterari a livello regionale e nazionale. Dopo essere stata assessore ai Beni Culturali a Catania dal luglio 2007 al marzo 2008, oggi cura per il quotidiano La Sicilia la rubrica La Gorgone e vive a Gela, dove insegna lettere presso il liceo Eschilo.

In occasione della sua candidatura allo Strega della sua partecipazione al Premio Campiello 2017, la cui cinquina finalista verrà nominata a breve, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con l’autrice a proposito della sua opera – e non solo.

Continua a leggere