“Elmet”, una storia d’amore e di violenza ai margini della società

Elmet, Fiona Mozley
(Fazi, 2018 – trad. Silvia Castoldi)

elmetQuello descritto in Elmet è un mondo violento. Violento e ossimorico. Un mondo dove la brutalità non esclude l’amore e viceversa. Il titolo è in sé significante: Elmet è stato il nome dell’ultimo regno celtico rimasto indipendente fino al Medioevo in Inghilterra, per la precisione nello Yorkshire. La giovane autrice, Fiona Mozley, al suo debutto (un debutto stellato: il romanzo è stato finalista al Man Booker Prize 2017), è una dottoranda in Storia Medievale, originaria dei luoghi in cui ambienta la sua storia: la sua evidente conoscenza della materia che plasma dà un ulteriore spessore agli eventi, consentendo fruizioni leggermente diverse ma ugualmente godibili ai lettori che conoscano gli stereotipi di cui le fonti classiche hanno sempre rivestito i Celti* e agli altri. Continua a leggere

Con “La zecca e la rosa” Maggiani porta flora e fauna in libreria

La zecca e la rosa – Maurizio Maggiani
(Feltrinelli)

9788807492105_quartaSono nato in un paese di campagna nel cuore della miseria degli anni cinquanta, sono stato cresciuto alla confidenza con tutto ciò che ha vita e va bene per la vita, chi mi ha educato aveva più parole per le piante e le bestie che per i cristiani”, racconta Maurizio Maggiani nel booktrailer di presentazione del suo ultimo libro, La zecca e la rosa, edito da Feltrinelli nel 2016. Proprio partendo dalla sua esperienza personale dell’infanzia, in effetti, l’autore crea un vero e proprio dizionario della campagna, che dalla A alla Z raccoglie tutti i termini legati alla terra in cui ha vissuto: dal caco alle rose cingalesi, passando per parole apparentemente più generiche come inverno a personaggi di fantasia come i folletti.

Continua a leggere