“E tutto divenne luna”, ovvero 19 affascinanti racconti bulgari

E tutto divenne luna, Georgi Gospodinov
(Voland, 2018 – trad. G. Dell’Agata)

Grazie a Voland, Georgi Gospodinov torna nelle librerie italiane con un’opera significativa e sui generis. Si tratta di E tutto divenne luna, una raccolta di 19 racconti poco adatti a un certo “gusto Occidentale”, stando alle critiche che sono state mosse all’autore nel momento in cui la sua fama ha superato i confini nazionali e ha fatto storcere il naso a un paio di colleghi, come fa notare Giuseppe Dell’Agata nella postfazione. In realtà, i suoi sono i racconti perfetti per una società come la nostra: globalizzata e sentimentalista, voyeurista quando si tratta dei popoli che respirano poco più in là del proprio naso e pronta però a prenderne le distanze alla prima occasione.

Continua a leggere

“Le donne di Lazar'”, una saga familiare russa lunga un secolo

Le donne di Lazar’, Marina Stepnova
(Voland, 2018 – trad. C. Piazzetta)

Le donne di Lazar’ è il terzo romanzo di Marina Stepnova, con il quale la scrittrice si è aggiudicata nel 2012 il terzo posto al premio Bol’šaja kniga, il più autorevole dell’intera Federazione Russa, oltre a una menzione nella finale dei premi Russkij Booker, Nacional’nyj bestseller e Jasnaja Poljana. Si tratta, insomma, di una penna già di successo in patria, che con poche opere ha già raggiunto il traguardo della traduzione in ben 24 lingue, fra cui ora c’è anche l’italiano.

Continua a leggere

“L’invenzione dell’amore” brillante ed eccentrica di José Ovejero

L’invenzione dell’amore, José Ovejero
(Voland, 2018; trad. B. Arpaia)

È vero che sull’amore è già stato detto tutto, che i meccanismi da cui dipende sono rimasti uguali fin dalla notte dei tempi, ed è altrettanto vero che l’ultimo romanzo di José Ovejero, pubblicato in Italia da Voland nella traduzione di Bruno Arpaia, è una felice eccezione alla regola, dal quale sembrerebbe potere anzi germogliare l’idea che dell’amore non sappiamo mai niente, fino a quando non è lui a sorprenderci con forme e manifestazioni imprevedibili.

Continua a leggere

“Guasti”, il toccante esordio di Giorgia Tribuiani con Voland

Guasti – Giorgia Tribuiani
(2018, Voland)

dd8c41902cfe0288908aca70b0de3363_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

“[…] guasto era il suo amore, guasta la ballerina, guasto era in fondo il destino di tutte le persone, immobili nelle loro esistenze come lei era stata immobile sull’altalena, che visitavano le sale e non capivano che in fondo stavano guardando il futuro, che prima o poi sarebbe toccato a loro, che la carica sarebbe finita e con quella ogni possibilità di muoversi o dondolare, e che forse non sarebbero mai stati dei plastinati, ma guasti senza alcun dubbio: senza alcun dubbio guasti”.

Continua a leggere

“Un romanzo inglese”, opera femminista firmata Stéphanie Hochet

Un romanzo inglese – Stéphanie Hochet
(Voland, 2017 – Traduzione di R. Lana)

9788862433129_0_0_300_75

Un romanzo inglese è la terza prova letteraria di Stéphanie Hochet, data alle stampe nel 2015 e arrivata in Italia alla fine del 2017, grazie alla traduzione di Roberto Lana edita da Voland. Una storia che fin dal titolo specifica la propria natura e che contemporaneamente la nega: benché l’autrice sia francese, infatti, l’opera si inserisce a buon diritto nella narrativa post-vittoriana.

Continua a leggere

Torna in libreria Amélie Nothomb con “Colpisci il tuo cuore”

Colpisci il tuo cuore – Amélie Nothomb
(Voland, 2018)

c2e09e8505b911ce72a638aa75ea8d81_w250_h_mw_mh_cs_cx_cyÈ nelle librerie dal primo marzo, s’intitola Colpisci il tuo cuore ed è il nuovo e sorprendente romanzo di Amélie Nothomb, nella traduzione italiana di Isabella Mattazzi. Una storia quasi tutta al femminile, incentrata sulla «archeologia della gelosia» e ambientata in una città non meglio nota della provincia francese.

Continua a leggere

La letteratura lettone e il lavoro della traduttrice: intervista a Margherita Carbonaro

Da poche settimane è in libreria Il latte della madre di Nora Ikstena (Voland), una delle prime opere lettoni ad approdare sul mercato italiano. La traduzione del romanzo è stata curata da Margherita Carbonaro, germanista legata alla Lettonia per storia famigliare oltre che professionale e già traduttrice di Come tessere di un domino di Zigmunds Skujins, pietra miliare del Novecento lettone pubblicata recentemente da Iperborea.
Abbiamo chiacchierato con lei sul ruolo de Il latte della madre nell’oceano da noi totalmente insondato della letteratura lettone e, in generale, sul lavoro di traduttrice.

Continua a leggere

Uno dei primi romanzi lettoni in Italia racconta il bisogno di amare la vita

Il latte della madre – Nora Ikstena

(Voland, 2018)

Ci sono tanti modi per viaggiare in terre lontane senza muoversi da casa, ma forse i romanzi ambientati in quei luoghi irraggiungibili sono il modo più vero e sincero per cogliere l’essenza di un Paese.

il latte della madre_copertinaSe accettiamo questo presupposto, non c’è da stupirsi del fatto che la Lettonia è il Paese baltico la cui identità ci è più oscura. La disponibilità di letteratura lettone in Italia è infatti davvero limitata rispetto alla scelta di romanzi, ad esempio, estoni e lituani.
Negli ultimi mesi, tuttavia, la situazione sta cambiando: è ora in libreria Il latte della madre, di Nora Ikstena, edito da Voland, romanzo rivelazione pubblicato in Lettonia nel 2015 e tradotto in italiano da Margherita Carbonaro. Continua a leggere

“Riccardin dal ciuffo”, la straordinaria rivisitazione firmata Amélie Nothomb

Riccardin dal ciuffo – Amélie Nothomb
(Voland)

9788862430722_0_0_1434_80Riccardin dal ciuffo, pubblicato in Italia da Voland nel 2017, è l’ultima pubblicazione di Amélie Nothomb ed è anche una delle poche ad essere meno in linea di altre, per struttura e contenuti, con la poetica cui la scrittrice ha ormai abituato i suoi lettori più affezionati.

A differenza di numerose sue opere, infatti, la possibile conclusione e il contenuto stesso del romanzo sono suggeriti in maniera abbastanza allusiva dal titolo, che rimanda apertamente all’omonima fiaba di Perrault.

Continua a leggere