L’incubo dei giorni che scompaiono

I giorni che scompaiono, Timothé Le Boucher
(Bao Publishing, 2019 – trad. Michele Foschini)

i-giorni-che-scompaiono-mockup-sito.jpgLubin è un giovane acrobata che lavora per una compagnia teatrale modesta. La sera di domenica 1 settembre, durante uno spettacolo, si rompe improvvisamente un sostegno di ferro e il ragazzo cade a terra battendo la testa. Niente di grave, dice lui, e a prima vista lo sembra davvero, se non fosse che al suo risveglio, Lubin si accorge che il calendario non segna lunedì 2 settembre, bensì martedì 3 settembre. In poche parole, è scomparso un giorno dalla sua vita.

Continua a leggere

Ritorno al mondo degli Orchi-Dei

Gli Orchi-Dei – Mezzo Sangue, Hubert e Bertrand Gatignol
(BAO Publishing, 2019 – Trad. Francesco Savino)

916HiBUG4oL.jpg

Quasi un anno fa recensivo su questo blog il fumetto Gli Orchi-Dei – Piccolo, primo volume di una nuova serie francese (pubblicata da Soleil Productions) ambientata in un reame immaginario governato da giganti, sovrani sanguinari alti decine di metri che si cibano pure della carne dei loro stessi sudditi. Attraverso i vari capitoli della saga, gli autori intendono raccontare le storie di personaggi sempre diversi che orbitano attorno alla corte dei giganti, lambendone così svariati aspetti e sviscerando questo micro-macro-cosmo a diverse scale. Il primo numero mi aveva deluso profondamente, perché se da una parte il soggetto è accattivante, dall’altra la narrazione risulta sciatta, incapace di coinvolgere: personaggi insipidi, ritmo singhiozzante e svolte di trama spogliate di qualunque sentimento. Così, speranzoso e titubante, mi sono gettato su questo prosieguo.

Continua a leggere

Tosca dei boschi

Tosca dei boschi, Teresa Radice e Stefano Turconi
(Bao Publishing, 2018)

Immagine.png

Non si giudica un’opera dalla copertina, è vero, eppure in questo caso è opportuno spendere alcune parole introduttive sull’oggetto che ci si ritrova in mano: a Lucca Comics & Games 2018 presso lo stand Bao Publishing era in vendita una versione variant del presente fumetto, Tosca dei boschi, raccolta italiana di tre volumi pubblicati in Francia da Dargaud. L’aspetto di questa “particolare” edizione è quello che vedete nell’immagine a fianco: copertina rigida, con sovraccoperta dorata (su carta Constellation Jade Riccio), finiture anch’esse dorate e risguardi su cui sono stampati gigli fiorentini. È un contenitore che dialoga direttamente con il contenuto: una veste pregiata che facilita l’immersione all’interno di una ambientazione tratteggiata con cura. Gli autori sono avvezzi a queste declinazioni stilistiche, e così, aperto il volume, leggiamo in caratteri dal gusto miniato:

Tosca dei boschi
tratto da

Le Cronache di Castelguelfo
redatte da
Frate Cosimo da Volterra
(quattordicesimo secolo)

Continua a leggere

Libri sotto l’ombrellone – Ircocervo edition

Ogni anno, decine di lettori si aggirano fra gli scaffali delle librerie, leggono recensioni su recensioni, riempiono e svuotano il carrello su Amazon o IBS. In decine di case, prima delle ferie, risuona la fatidica domanda: “Cosa leggo durante le vacanze?”
C’è chi acquista il thriller del momento, chi intende smaltire la propria TBR, chi raccoglie il proprio coraggio e sceglie I fratelli Karamazov.
Chi invece non riesce a decidere, stia tranquillo: qui può trovare cinque titoli (testati e garantiti) da portare in vacanza.

Continua a leggere

Gli Orchi-Dei – Piccolo

Gli Orchi-Dei – Piccolo, Hubert e Bertrand Gatignol
(BAO Publishing, 2018 – Trad. Laura Paoletti) 

piccolo1Un oscuro e immenso castello, costruito in cima a una montagna, oscura e immerge in un’ombra tetra la valle sottostante. All’interno del mastodontico edificio si sta consumando un pantagruelico banchetto, che, a prima vista, non appare tanto diverso da un qualsiasi pasto nobiliare seicentesco; tuttavia, osservando attentamente la tavola imbandita, si scopre una realtà ripugnante: le pietanze sono a base di carne umana, e le ciotole sono ricolme di arti mutilati, che vengono fagocitati con sommo piacere, come se fossero semplici stuzzichini.

CRUNCH! CRANCH! MUNCH! CRUNCH!

Continua a leggere

Una sorella: una silenziosa esplosione di sentimenti

Una sorella, Bastien Vivès
(Bao Publishing, 2018 – Trad. Michele Foschini)

unasorellaL’oceano Atlantico allaga e riesuma, in maniera periodica e costante, le piane tidali del golfo di Morbihan, dove Antoine trascorre ogni anno due mesi delle proprie vacanze estive con la sua famiglia sull’isola di Île-aux-Moines, lontano dalla sua Parigi. Con la stessa costanza della marea, il ragazzo spende le solite ore della solita villeggiatura nel solito posto disegnando (Pokémon, persone, paesaggi), andando al mare e pescando granchi con il fratello minore, Titi.

Continua a leggere

“Macerie Prime sei mesi dopo” e la maturità di Zerocalcare (e di tutti)

91T8GK+HP+LIncontrare il secondo capitolo di un’opera sei mesi dopo l’uscita del primo (vi consiglio di leggere la recensione di Macerie Prime, nel caso vi sfuggisse qualcosa), e assistere ai mutamenti dei personaggi (i quali – anche loro – non si sono visti per sei mesi)è come incontrare un vecchio amico che non ricordi più tanto bene. Come quando fai un viaggio, incontri qualcuno con cui ti sei divertito sin da subito, e poi lo incontri dopo tanto tempo e hai difficoltà a trovare argomenti.

Continua a leggere